Strutture metalliche

 

Le strutture metalliche in acciaio ed in alluminio sono prodotti da costruzione e sono disciplinati dal Regolamento 305/2011/UE, che definisce “prodotto da costruzione”, ogni tipo di materiale destinato ad essere inglobato stabilmente in una costruzione o in un’opera di ingegneria civile.

Il Regolamento europeo è legge in tutti i Paesi dell’Unione Europea, non necessita di essere recepito dai singoli stati, come avviene invece per le direttive, deve essere rispettato da tutti, sia dai cittadini che dalle istituzioni e dalle autorità di controllo.

Il Regolamento 305/2011/CE stabilisce che:

1 le strutture metalliche strutturali debbano essere marcati CE

2 per queste strutture esiste la norma armonizzata UNI EN 1090, quindi la marcatura CE oltre che obbligatoria è anche possibile

Il Regolamento 305/2011/CE impone l’obbligo della dichiarazione di prestazione per le strutture metalliche, che viene redatta e sottoscritta dal produttore e deve contenere le prestazioni essenziali del prodotto, che sono indicate dalla norma armonizzata.

Le prestazioni devono essere indicate chiaramente e non come conformità alla norma, come era richiesto in passato. Ora il cliente deve essere messo a conoscenza delle esatte prestazioni del prodotto prima dell’acquisto.

Le strutture metalliche devono essere prodotte con un sistema certificato, ovvero il processo di produzione deve essere definito da precise procedure e tale sistema deve aver ottenuto l’approvazione di un organismo notificato.

Gli organismi notificati a cui ricorrere per poter richiedere la certificazione del sistema di produzione, sono individuabili nel sito europeo denominato NANDO, solo i soggetti presenti in questo elenco possono emettere certificati riconosciuti dalla legge in relazione alla marcatura CE.

ATTENZIONE però, un certificato di qualsiasi tipo sia, può far parte della marcatura CE, ma non la sostituisce mai.

Il fabbricante rimane l’unico soggetto che la legge chiama a rispondere sulla sicurezza dei suoi prodotti e sulla correttezza della marcatura CE.

Il fabbricante non deve commettere l’errore di ritenere che un certificato sia sufficiente a soddisfare i requisiti di legge, che chiede sempre la marcatura CE, la quale è rappresentate sul piano documentale dal fascicolo tecnico.

La C&C s.a.s. è al Vostro fianco per realizzare il fascicolo tecnico che rappresenta sul piano documentale l’intera marcatura CE.

 

Richiesta maggiori informazioni e prima consulenza gratuita.